Ogre/Ogres

Conoscete questa storia: c’era una volta un Troll, una bestia che mangiava carne umana e faceva manici per coltelli con le ossa. Gli affari andavano bene e il Troll decise che aveva bisogno di assistenza in bottega. Una notte, entrò di nascosto in un villaggio e portò via i tre figli del calzolaio. L’Ogre faceva lavorare i tre bambini nella sua bottega per molte ore, ogni giorno, all’alba, li picchiava e dava loro da mangiare pezzi di carne cruda. Una notte il maggiore dei tre, impugnò uno dei coltelli e gli arrivò silenziosamente addosso mentre questo dormiva. Purtroppo il coltello lanciò un urlo e non volle uccidere il suo padrone. Il Troll si svegliò e cucinò il ragazzo in un pasticcio. E costrinse gli altri due a mangiarne una fetta, prima di picchiarli così forte che essi erano tutti un livido. Il secondo ragazzo fece dei grimaldelli per fuggire. Una notte arrivò alla porta e forzò il lucchetto. Il Troll però, lo aspettava dietro la porta e ne fece uno stufato che diede da mangiare al più giovane, prima di picchiarlo così forte che gli ruppe, tuti i denti e la su bocca divenne una ferita sanguinante. Il terzo ragazzo crebbe, e lavorava sempre meglio, tanto che il Troll trovava sempre meno motivi per picchiarlo, i coltelli che il ragazzo costruiva, scoprì il Troll, potevano essere venduti per più oro di quanto ne avesse mai chiesto prima. Un giorno, il troll entrò in bottega e vide il ragazzo al lavoro, questi gli indicò un dettaglio sul manico del coltello che stava creando. Il Troll si sporse per guardarlo e il ragazzo svelto, come il fulmine, pugnalò il Troll nell’occhio. E quella fu la fine del Troll. Il ragazzo voleva fuggire, ma si voltò; vide la bottega vuota. E non se ne andò, mangiò il cibo del Troll, dormì nel letto del Troll e continuò a incidere coltelli e a venderli. E ora gli affari vanno così bene, che un giorno, avrà bisogno di assistenza in bottega.

I Changeling che vengono, in mancanza di termini migliori, chiamati Ogre, comprendono questa storia, perché dice chi sono, Sanno che i maltrattamenti a volte, creano maltrattatori, che le vittime della brutalità, a volte possono diventare esse stesse brutali maltrattatori. Per definizione gli Ogre, sono quei Changeling che sono stati formati dalla violenza irrazionale e la brutalità li definisce. Questo non vuol dire che non possano essere gentili o onorevoli, solo che per loro è più difficile. Credono che per loro la fuga dal regno delle Fate, sia stato il più difficile di tutti, perché sono dovuti sfuggire a brutali carnefici, attraverso porte serrate, da catene, da ceppi e da regolari pestaggi oltre che dalla paura dei pestaggi stessi. Per evadere, ogni Ogre inevitabilmente, si è dovuto indurire contro la violenza, e nel regno delle Fate, diventare indurito contro qualcosa, significa divenire quella cosa.