Pulcherrimi/Fairest

Conoscete questa storia: c’era una volta un giovane che sognava l’amore. Una notte preparò una torta speciale, con una ricetta che aveva appreso da sua nonna, e attese nel buio che una fata venisse a prenderla. La porta si aprì e una fata alta e oscura entrò. “Non è per te!” disse alla fata. Ma così facendo, fece peccato: non avrebbe dovuto parlarle. Così si sedette e attese ancora. La porta si aprì e un’odiosa megera entrò. Allungò la mano verso la torta, ma il giovane le colpì la mano e disse: “Non è per te!”. Così facendo, però, fece peccato: non avrebbe dovuto toccarla. Così si sedette e attese ancora. La porta si aprì e una dama di bellezza e grazia ultra terrena entrò. La Dama disse: “E’ per me!” e prese la torta. Rimase con lui, esaudendo i suoi desideri. Il giovane desiderò il denaro, e presto sposò una brutta vecchia, nella speranza che morisse presto e gli lasciasse tutto. Ma la vecchia non moriva e anzi, guadagnava in salute ogni giorno. Il giovane desiderò che la vecchia morisse, e la dama, l’esaudì. Una pestilenza si abbatté sulla città e la vecchia morì, ma morì anche la ragazza amata dal giovane. A quel punto il giovane, desiderò di morire, e cadde in un sonno profondo. Si risvegliò in una bara, sepolto vivo e quando cominciò a picchiare sul legno, udì la voce della Dama sussurrare “E’ è per me!”. Nella bara, molti anni dopo, i becchini trovarono al posto delle ossa, rami secchi, fogli e una rosa appassita.

Questo è il modo di fare dei Fatati, ed è il modo di fare dei Changeling conosciuti come Pulcherrimi: essi prendono cosa e chi vogliono, ma prima ci si divertono. E’ loro prerogativa essere amati e ammirati, è loro diritto trattare quell’amore in qualsiasi modo essi vogliano. I Pulcherrimi, considerano la loro fuga attraverso la Siepe, la più difficile di tutte. Questo perché il mondo di cui facevano parte, era bello, era un mondo di dolce dolore e piacevole crudeltà, un paradiso dolce/amaro. Circondati dalla bellezza, erano schiavi di creature mille volte più amabili che qualsiasi cosa sia mai esistita sulla Terra, per fuggire hanno dovuto concentrare tutti i loro pensieri nel ricordare com’era, essere normali e camminare fra gente ordinaria.

Pulcherrimi/Fairest

Changeling: The Travellers guardianodelcrepuscolo guardianodelcrepuscolo